Aprile 13, 2021

Prima di iniziare a investire, e’ necessario avere ben chiaro come farlo. Quali sono i propri obiettivi, darsi delle regole, e sapere i fondamentali. A meno che non si vogliano perdere soldi inutilmente.

Vediamo come iniziare il percorso.

MUST KNOW

Prima di partire con un qualsiasi investimento, e’ bene capire come orientarsi sui mercati finanziari, per non avere sorprese future.

RISCHIO E RENDIMENTO ATTESO CRESCONO ASSIEME!

Non esistono investimenti che rendono tanto e sono poco rischiosi. Diffida delle proposte di guadagni facili e sicuri. Chiedi sempre quanto rendono investimenti alternativi potenzialmente meno rischiosi, quali ad esempio i titoli di Stato italiani e tedeschi di pari scadenza.

DIVERSIFICA: NON METTERE TUTTE LE UOVA NELLO STESSO PANIERE!

Non investire tutto in un solo titolo o in titoli emessi dalla stessa società! L’ideale è scegliere investimenti diversi tra loro (per emittente, settore e scadenza).

La diversificazione ti permette di ridurre il rischio complessivo del tuo portafoglio di investimenti.

NON FIDARTI SOLO DEL TUO INTUITO E DELLE TUE PERCEZIONI!

Sii consapevole che agire di intuito permette di compiere scelte immediate ma non sempre corrette e che il modo in cui vengono presentate le informazioni può orientare la percezione del rischio e le decisioni.

Prima di investire, quindi, rifletti e sciogli tutti i tuoi dubbi.

SU COSA INVESTIRE?

Sul mercato esiste una vasta gamma di strumenti finanziari!

Valuta con molta attenzione i rischi connessi con l’acquisto di strumenti finanziari complessi, come strumenti derivati (future, swap, contratti a termine, opzioni), obbligazioni subordinate, obbligazioni strutturate e covered warrant.

Considera con attenzione anche i rischi connessi con l’acquisto di titoli non quotati su mercati regolamentati o non diffusi presso il pubblico. Disinvestire questi titoli potrebbe essere difficile e potrebbe avvenire a un prezzo inferiore a quello di acquisto!

Se non sei esperto, puoi avvalerti di una persona professionalmente preparata, in grado di consigliare prodotti appropriati o adeguati al tuo profilo di investitore e alle tue esigenze.

ADEGUATEZZA E APPROPRIATEZZA

La valutazione di adeguatezza corrisponde alla forma di tutela più elevata per il risparmiatore e, al contempo, è un impegno gravoso per l’intermediario che avrà l’onere, e la corrispondente responsabilità di porre in essere o consigliare solo operazioni adeguate.

Inoltre, se l’intermediario ritiene non appropriato l’investimento è tenuto ad avvertirti, ma potrà ugualmente prestare il servizio: se ricevi questo avvertimento, quindi, presta attenzione!

Rifletti, quindi, e risolvi i tuoi dubbi con l’aiuto di un esperto.

Hai ancora dubbi o hai bisogno di aiuto?

Contattami in DM.

About the author 

Poggi Leonardo

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
Title Banner with Sidebar

Ottieni Gratuitamente l'e-Book

Investimenti - I 10 errori da EVITARE

>