Febbraio 7, 2022

La maggior parte degli ETF (Exchange Traded Funds) replicano passivamente un indice di riferimento, come potrebbe essere appunto l’S&P 500 o il nostro italiano FTSE Mib.

Le basse spese sono uno dei principali vantaggi degli ETF e dei fondi comuni di investimento basati su indici. L’investitore dovrebbe essere consapevole delle commissioni e delle spese dell’ETF (o del fondo comune di investimento) prima di acquistare gli strumenti più idonei per le sue esigenze.

Ma come funzionano le commissioni degli ETF, come vengono detratte dal tuo investimento e come influiscono sulla performance del fondo?

Quando si ricercano o si cercano informazioni su ETF o fondi comuni di investimento, una delle prime informazioni da cercare è il TER. Espressa in percentuale, è la commissione di gestione che viene detratta dal patrimonio del fondo.

Le commissioni per gli ETF (e i fondi comuni di investimento) vengono detratte per pagare i costi di gestione e operativi del fondo. Ciò significa che vengono prelevati non solo dai tuoi investimenti, ma anche dai tuoi guadagni. Più basse sono le commissioni, maggiore sarà ovviamente la quota di profitti del fondo che ti rimarrà.

Esempio di come vengono detratte le commissioni dell’ETF

Se un ETF o un fondo comune di investimento ha un TER dello 0,50%, le spese del fondo saranno allora lo 0,50% del patrimonio del fondo in gestione. La società di investimento che gestisce il fondo dedurrà la metà dell’uno per cento dal patrimonio del fondo su base annua.

Quindi, il tuo rendimento reale è il ​​rendimento totale dell’ETF, meno le spese. Se il rendimento totale del fondo (al lordo delle spese) durante un anno è del 10,00% e il TER è dello 0,50%, il rendimento netto (al netto delle spese) sarebbe del 9,50%. 

Un rapporto di spesa dello 0,50% si traduce in spese di €5 per ogni €1.000 che investi.

Perché le commissioni dell’ETF sono importanti

La maggior parte degli ETF sono gestiti passivamente, quindi i loro TER tendono ad essere inferiori rispetto alla maggior parte dei fondi comuni di investimento. Poiché gli ETF seguono semplicemente un indice di riferimento, non è necessario che un gestore di fondi effettui ricerche, analizzi o effettui operazioni, cercando nel tempo di prefiggere l’obiettivo, ovvero quello che potrebbe essere un maggior rendimento rispetto al benchmark, o di contenere la volatilità nel tempo.

Quando queste (costose) attività vengono rimosse, le spese di gestione del fondo sono inferiori. Un fondo comune di investimento gestito attivamente, al contrario, costa di più per funzionare, ed ha quindi commissioni più elevate.

I rapporti di spesa tipici per i fondi comuni di investimento varieranno da circa lo 0,50% al 2,50%, a seconda del tipo di strumento. Le commissioni dell’ETF invece, vanno da un minimo dello 0,05% ad un massimo circa dell’1,00%.

Commissioni ETF e ricerca dei fondi migliori

Attenzione però! Gli ETF che hanno le commissioni più basse non sono sempre i migliori fondi da acquistare. Prima di acquistare un ETF, va confrontato con altri strumenti simili.

Ad esempio, assicurati che gli ETF che stai confrontando seguano lo stesso indice. Controlla anche lo storico delle prestazioni e le risorse totali (asset under management).

È importante analizzare il patrimonio totale del fondo. Attività più grandi generalmente significano maggiore liquidità: ciò può influire sulla performance di un ETF, soprattutto nel breve periodo. Gli ETF con più asset sono generalmente investimenti più sicuri di quelli con asset molto più bassi.

Ricapitolando:

Il TER rappresenta la spesa dello strumento. Non sarà una spesa addebitata un giorno particolare, ma sarà presa in automatico nel tempo dal gestore dello strumento durante l’anno, in base al valore del fondo. Se, come abbiamo visto, un ETF ha un TER dello 0.5%, ogni giorno il gestore modificherà il valore della quota dello strumento addebitandone le spese.

Il guadagno che vedremo effettivamente (e quello che vediamo nei vari siti di analisi e ricerche) è quindi al netto delle spese.

About the author 

Poggi Leonardo

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
Title Banner with Sidebar

Ottieni Gratuitamente l'e-Book

Investimenti - I 10 errori da EVITARE

>