Giugno 29, 2021

Secondo uno studio di Morningstar, la legalizzazione dovrebbe incrementare la produzione e la conseguente distribuzione di Cannabis di circa 9 volte entro il 2030. Quanti investimenti ci saranno sul settore?

Vediamolo insieme.

AUMENTO DRASTICO

Grazie alla legalizzazione, l’utilizzo di cannabis nel settore ricreativo e medico potrebbe aumentare drasticamente, fino a 13 volte superiore a quello attuale.

GLI USA

Pionieri della legalizzazione, gli USA ad oggi contano 23 stati che hanno legalizzato la cannabis a uso medico, e 12 a uso ricreativo.

ALTRI STATI

Entro il 2030 negli USA altri 9 stati dovrebbero legalizzarla, 6 dei quali a uso ricreativo. Ma non solo gli USA. Anche il Canada dovrebbe vedere un aumento significativo.

A differenza delle confuse leggi americane, le leggi canadesi sono molto chiare: La cannabis a uso ricreativo è stata legalizzata a giugno 2018 quando l’House of Commons e il Senato hanno approvato il Bill C-45, (il Cannabis Act). La legge è entrata in vigore a ottobre 2018 e il Canada è così diventato il secondo Paese dopo l’Uruguay a legalizzare completamente la cannabis per gli adulti.

POSSIBILITà DI CRESCITA?

Secondo le stime, la crescita annuale della cannabis in Canada potrebbe aggirarsi intorno al 20%. Una crescita enorme, che potrebbe avere un ulteriore boost quando altri paesi inizieranno a legalizzarla, come quelli europei.

INVESTIMENTI

A livello globale (ad esclusione di Stati Uniti e Canada), più della metà del potenziale di mercato per il prossimo decennio è legato a quei Paesi che aumenteranno la produzione di cannabis limitando quindi le opportunità per gli esportatori.

Si prevedono oltre 40 miliardi di investimenti nel settore entro il 2030. Una cifra sicuramente degna di nota, specialmente per un paese come il nostro.

Verrà mai legalizzata in Italia?

About the author 

Poggi Leonardo

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
Title Banner with Sidebar

Ottieni Gratuitamente l'e-Book

Investimenti - I 10 errori da EVITARE

>