Maggio 23, 2019

L’interesse composto fa la differenza… nel bene e nel male.

L’interesse composto è quello che una volta maturato va ad aggiungersi al capitale iniziale, divenendo anch’esso produttivo di interesse, quindi parte integrante dell’ammontare che andrà a generare interesse.

A titolo esemplificativo, lasciamo perdere tassazione delle rendite finanziarie e imposta di bollo, e immaginiamo un mondo ideale in cui puoi investire 10.000 euro e maturare un interesse fisso del 3% anno.

Quanto interessi pensi di maturare nel tempo?

  • dopo un anno avrai 10.300 euro (10.000  più il 3 % di interessi)
  • dopo 10 anni avrai 13,439 euro
  • dopo 20 anni avrai 18.061 euro

Quindi, dopo 20 anni, avrai ottenuto 8.061 euro di interessi e non 6.000 come molti erroneamente pensano (il 3% per 20 anni ) perché nel tempo avrai reinvestito, di volta in volta, una cifra pari al capitale iniziale + gli interessi maturati.

Perché l’interesse composto è così importante?

In primis capire la differenza tra interesse composto e interesse semplice aiuta ad evitare fregature. Quando si tratta di investimenti, l’interesse composto non può che essere un elemento di vantaggio, ma quando si parla di mutui o prestiti da restituire dover pagare gli interessi sugli interessi risulta quantomeno fastidioso…

Ma tornando al volto buono dell’ interesse composto e al mondo degli investimenti, nel caso sopra, avresti ottenuto una sorta di “extra rendimento” non da poco… un terzo in più di quanto avresti ottenuto senza reinvestire gli interessi.

È chiaro che nel mondo reale avresti dovuto considera la tasse, i bolli, l’impatto dell’inflazione e ovviamente i rischi.

Ma ciò è sufficiente per capire quanto sia importante lasciar maturare sul conto gli interessi ottenuti piuttosto che “riscattarli”, così come iniziare a investire il prima possibile.

Prima inizi a investire, infatti, maggiori saranno gli interessi composti che andrai a maturare nel tempo e in un certo senso minore sarà l’importo iniziale che dovrai impegnare. Potrai investire una piccola somma e sarà il tempo a farla crescere.

L’orizzonte temporale rimane quindi il grande protagonista degli investimenti efficienti. Un viaggio lungo che se fatto con la giusta strategia, i dovuti accorgimenti e la necessaria competenza, renderà più sereno il raggiungimento della tua meta.

Articolo originale

About the author 

Poggi Leonardo

  • {"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

    Scarica Gratuitamente l'ebook

    I 10 errori da EVITARE negli investimenti

    >