Dicembre 19, 2023

L’iter del trilogo ha portato alla conclusione del regolamento sulle future emissioni Euro 7, un importante passo nella legislazione dell’Unione Europea per garantire standard ambientali più rigorosi nel settore automobilistico. La procedura legislativa ordinaria ha visto negoziati informali tra il Parlamento europeo, il Consiglio dell’Unione europea e la Commissione europea, mirando a un accordo provvisorio accettabile per tutti i co-legislatori.

Il nuovo regolamento, programmato per entrare in vigore dal 2030, avrà impatti significativi su auto, furgoni, autobus, autocarri e rimorchi. Le tempistiche di applicazione varieranno, con un periodo di 30 mesi per auto e furgoni e 48 mesi per autobus, autocarri e rimorchi (con deroghe per i veicoli di piccoli costruttori).

In particolare, l’Euro 7 mantiene i requisiti dell’Euro 6 per i test e i limiti delle emissioni delle auto e dei furgoni, ma introduce nuove misurazioni per le particelle di scarico, con il passaggio da PN23 a PN10. Per autobus e camion, sono previsti limiti più severi per le emissioni in laboratorio (200 mg/kWh) e in condizioni reali (260 mg/kWh) rispetto all’Euro 6.

Un aspetto innovativo del regolamento riguarda la limitazione delle emissioni di particelle emesse dai freni (PM10), con valori differenziati per veicoli elettrici, ibridi e a combustione interna. Inoltre, vengono introdotti requisiti minimi di prestazione per la durata delle batterie nelle auto elettriche e ibride, nonché nei furgoni a batteria.

Il “Passaporto Ambientale del Veicolo” è un’altra novità, fornendo informazioni sulle prestazioni ambientali al momento dell’immatricolazione. I clienti avranno accesso a dati aggiornati sul consumo di carburante, lo stato di salute delle batterie e le emissioni inquinanti. Le case automobilistiche sono chiamate a progettare i loro veicoli con sistemi digitali che impediscono la manomissione dei controlli delle emissioni.

Con queste nuove norme, l’Unione Europea mira a promuovere un settore automobilistico più sostenibile e a garantire una maggiore trasparenza sulle prestazioni ambientali dei veicoli immessi sul mercato europeo.

About the author 

Poggi Leonardo

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
Title Banner with Sidebar

Ottieni Gratuitamente l'e-Book

Investimenti - I 10 errori da EVITARE

>