Ottobre 4, 2022

Dovresti assumere un consulente finanziario? Valgono il costo? Adesso è il momento giusto?

Se ti sei mai posto una di queste domande, allora questo articolo è per te. Con tutta la ricchezza che è stata persa negli ultimi 6 mesi, la gestione del denaro è più importante che mai. Lo so. Io stesso, lavoro come consulente finanziario. Certo, posso capire perché questo potrebbe renderti scettico sul mio consiglio. D’altro canto, come dice il proverbio, “Non chiedere mai a un barbiere se hai bisogno di un taglio di capelli”.

Tuttavia, non sono qui per proporti di assumere un consulente finanziario. E in effetti, ti anticiperò . Come mai? Spiegando quali sono gli scenari in cui qualcuno dovrebbe assumere un consulente. E, così facendo, spero che tu capisca perché assumere un consulente finanziario potrebbe non essere adatto a te (o almeno, non ancora).

Quindi chi dovrebbe assumere un consulente? Vediamolo insieme.

Sei stanco di fare tutto da solo

Secondo Michael Kitces, ci sono tre gruppi di consumatori finanziari, identificati dalla ricerca Forrester): i delegatori (ovvero persone che vogliono esternalizzare le proprie decisioni finanziarie), i validatori (ovvero persone che prendono le proprie decisioni finanziarie ma vogliono una seconda opinione) e i solisti (ovvero le persone che vogliono fare tutto da soli). L’anno scorso Forrester ha stimato che il 64% di tutti gli individui rientra nel campo dei Delegatori o Validatori, il che significa che i Solisti (cioè i fai-da-te) rappresentano l’altro 36% della popolazione.

Se ti capita di rientrare in questo 36% e sei stanco di farlo da solo, potresti prendere in considerazione l’assunzione di un consulente finanziario. So quanto può essere difficile essere un solista finanziario perché sono stato a contatto con veramente tante persone nella mia carriera. Ho visto persone utilizzare innumerevoli fogli di calcolo. Persone che hanno simulato il loro futuro finanziario più volte di quante ne possa contare. E persone che non hanno mai voluto un secondo parere.

Tuttavia, a volte lo stress o la fatica incombe. Forse lo fai da solo da molto tempo e preferiresti non preoccuparti più. Preferiresti che qualcun altro lo facesse per te. Forse vuoi solo goderti la pensione. Non lo so. Indipendentemente da ciò, se sei stanco di farlo da solo, e questo è il tuo segno per cambiare qualcosa.

Ma non è l’unico segno. Anche se non sei stanco di farlo da solo, potresti comunque dover assumere un consulente poiché la tua vita finanziaria diventa più complicata, in bene o in male.

La tua vita finanziaria è complessa

Se hai una vita finanziaria complessa e hai bisogno di aiuto per andare avanti, allora assumere un consulente potrebbe fare al caso tuo. Trovare professionisti esperti nella pianificazione finanziaria può valere il loro peso in oro. Non solo possono farti risparmiare tempo e denaro, ma possono anche istruirti sui cambiamenti nell’ambiente finanziario/fiscale che puoi utilizzare a tuo vantaggio.

Ad esempio, negli anni cambiano le leggi su, ad esempio, sgravi fiscali o tassazioni che possiamo utilizzare a nostro vantaggio. Ma cosa succede se ti perdi queste novità? A seconda della tua situazione, il non aggiornamento potrebbe divenire molto costoso.

Questo è il motivo per cui pagare qualcuno che ti aiuti con le tue finanze può avere molto senso. Perché, man mano che la tua vita finanziaria diventa più complessa (ad es. matrimonio, figli, lavoro, investimenti, ecc.), il costo di un errore finanziario aumenta. E ciò è particolarmente vero per le persone con una maggiore quantità di ricchezza. Ho visto molti esempi in cui un consulente si paga da solo aiutando un cliente a gestire un complicato problema fiscale o di pianificazione semplicemente perché la quantità di denaro in gioco era molto importante. Senza un aiuto professionale, tali situazioni sarebbero difficili da affrontare da soli.

D’altra parte, se la tua vita finanziaria è più semplice (cioè meno conti, single, niente figli, ecc.), allora assumere un consulente avrebbe molto meno senso. Questo è il motivo per cui non seguo alcuni clienti perché non sarebbe prezioso per loro (o almeno, non ancora). Una volta che le loro vite finanziarie diventranno più complesse, dovrebbero invece prendere in considerazione i servizi di consulenza.

Ma non lasciare che la mancanza di complessità finanziaria ti fermi. Se hai bisogno di qualcuno con cui parlare dei tuoi soldi, assumere un consulente è un ottimo modo per andare.

Senti il ​​bisogno di parlare con qualcuno dei tuoi soldi

Sia che tu voglia una seconda opinione o che tu abbia bisogno di qualcuno che ti dissuada dalla vendita durante un mercato volatile, assumere un consulente può (se competente), fare miracoli per la tua tranquillità finanziaria. In effetti, tra tutti i motivi per assumere un consulente finanziario, avere qualcuno con cui parlare dei tuoi soldi potrebbe essere il più prezioso. E ci sono prove.

Un documento del 2019 di Vanguard ha illustrato che i consulenti possono aumentare i rendimenti dei loro clienti attraverso il coaching comportamentale. Quanto vale? Circa l’1%-2% all’anno di rendimento netto. Come affermano sul documento infatti:

Fornire una disciplina e una guida potrebbe essere il più grande valore aggiunto potenziale degli strumenti a disposizione dei consulenti.

Inoltre, uno studio del 2015 di Financial Engines ha rilevato che chi si avvale di un aiuto professionale per gli investimenti sotto forma di conti gestiti, fondi con data target o consulenza online, hanno guadagnato rendimenti annuali mediani più elevati rispetto a quelli che fanno da soli. Da questi documenti di ricerca sembra chiaro che un aiuto professionale può migliorare la situazione in modo importante.

Ma oltre ad aumentare i tuoi rendimenti, parlare con un consulente può anche aiutarti a navigare in un panorama di investimenti con un numero praticamente illimitato di strumenti e tecnologie. Avere una fonte affidabile che può aiutarti a riconoscere i dati dalle sole news può essere un vero toccasana. Questo non si vedrà sempre in modo chiaro e diretto, ma può rendere la tua vita finanziaria molto più semplice.

Sei indeciso

Infine, dovresti considerare di assumere un consulente finanziario solo se non sei indeciso. Se stai ancora discutendo, pensando sul d’affarsi, allora un consulente non fa per te. E qui l’ho vissuto proprio tramite esperienza personale. I clienti più felici sono quelli che capiscono il valore del servizio che stanno ricevendo. Capiscono per cosa stanno pagando e come questo li aiuterà. Se hai un briciolo di dubbio su qualsiasi di questo, allora difficilmente la relazione durerà a lungo.

Creeremo un piano finanziario per te, ma poi te ne andrai dopo la prima recessione. Ti daremo una guida, ma tu la ignorerai. Forniremo la nostra opinione, ma tu la metterai in dubbio. Questo non è qualcosa che vuoi e non è nemmeno qualcosa che vuole il tuo futuro consulente. E sicuramente non è qualcosa che serve a nessuno dei due.

In definitiva, il fatto di avvalersi a un consulente dovrebbe essere deciso. Dovrebbe essere “Diavolo sì!” o no.” Se non lo è, allora forse ora non è il momento giusto. Forse ora non sei adatto per una consulenza finanziaria. E va bene. Ma forse un giorno lo sarai.

About the author 

Poggi Leonardo

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
Title Banner with Sidebar

Ottieni Gratuitamente l'e-Book

Investimenti - I 10 errori da EVITARE

>