Agosto 3, 2020

Se pensavi che la bolla al dettaglio nei titoli statunitensi fosse fuori controllo, dai un’occhiata alla Cina.

Il mercato del paese è salito a un valore record di $ 10 trilioni di dollari con un volume medio giornaliero di $ 214 miliardi grazie all’afflusso di nuovi investitori. Miliardi di nuovi soldi sono stati riversati nei mercati cinesi mentre gli investitori stranieri e domestici inseguono il ben conosciuto FOMO.


Oltre agli HFT ci sono centinaia di milioni di investitori dilettanti che hanno “poche opzioni” per investimenti diversi da azioni e immobili. A giugno, la Cina aveva 167 milioni di investitori al dettaglio, che rappresentano circa il 12% della popolazione totale. Hanno detenuto un totale del 28,6% del valore totale del mercato. Nonostante ciò, circa l’80% di loro guadagna meno di $ 700 al mese e solo il 4% di loro ha l’equivalente di $ 70.000 dei loro conti.



Allo stesso tempo, gli investitori professionali detenevano solo il 17% del mercato totale. Il resto è detenuto da azionisti e addetti ai lavori aziendali.

Ciò è in netto contrasto con gli Stati Uniti, dove gli investitori istituzionali detengono una quota significativamente maggiore del mercato poiché i suoi cittadini partecipano attraverso fondi passivi.

L’afflusso di investitori al dettaglio aggiunge volatilità e “sentimento speculativo” ai mercati cinesi, creando opportunità per gli HFT, che cercano come target gli investitori al dettaglio. Gli investitori al dettaglio in Cina hanno notoriamente una carenza di profitti dal loro mercato interno. Uno studio ha rilevato che tra gennaio 2016 e giugno 2019, gli investitori al dettaglio hanno perso dall’1,6% al 20,5% sui loro investimenti azionari mentre, allo stesso tempo, gli investitori istituzionali hanno guadagnato l’11,22%.

About the author 

Poggi Leonardo

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Scarica Gratuitamente l'ebook

I 10 errori da EVITARE negli investimenti

>